Il progetto

LecceOpenLibraries: biblioteche "aperte all'aperto"
esperienza, scoperta, partecipazione, creazione, narrazione

Lecce Città del libro 2017

A seguito del protocollo d'intesa tra il Centro per il libro e la lettura (Cepell) e la Regione Puglia, e in virtù della nomina del Comune di Lecce come "Città del libro 2017", il Centro per il libro e la lettura si è reso promotore del progetto innovativo "LecceOpenLibraries: biblioteche all'aperto" ideato, progettato dalla Cooperativa Imago di Lecce che sarà anche il soggetto gestore dell'intervento che prevede la realizzazione di un sistema di piccole biblioteche contemporanee.

Il progetto prevede la creazione di spazi attrezzati per le attività di lettura, scrittura, incontri con autori, laboratori, reading collettivi, presidiati costantemente durante l'intera durata dell'intervento da bibliotecari esperti in promozione culturale e bibliotecari dei ragazzi.

Si intende avviare l'iniziativa disseminandola nei quartieri, con particolare attenzione a quelli periferici e probabilmente più "difficili", collocando le OpenLibraries: biblioteche aperte all'aperto, nei parchi pubblici di Lecce, proponendo esempi di valorizzazione e fruizione di questi "nuovi luoghi" o luoghi "rinnovati": lo spazio per i bambini, lo spazio della creatività, lo spazio dell'apprendimento e della diffusione del sapere, lo spazio della socialità e della relazione, allestimento e animazione dei tavoli delle idee, lo spazio della ricerca e della "rivoluzione" digitale.

Il modello che si intende promuovere con il progetto LecceOpenLibraries: biblioteche "aperte all'aperto" è la realizzazione di un primo sistema di piccole biblioteche sociali che possano avviare ad una visione della biblioteca pubblica come luogo di incontro e servizio, socialmente innovativo, di livellamento delle classi sociali, per tutti e utile a tutti e soprattutto a quel numero straordinariamente elevato di persone che non leggono, per il longlife learning, accessibile e che garantisca accessibilità a tutti i cittadini, luogo dove circolano i saperi, fabbrica di innovazione sociale, officina di creatività e di condivisione della conoscenza, luogo di libertà urbana.

I luoghi coinvolti nel progetto saranno i parchi urbani della Città di Lecce ed alcuni spazi dell'Ex Convento dei Teatini.

i Teatini nel frattempo. Una biblioteca per tutti, sarà la sede centrale delle OpenLibraries, collocata presso l'Ex Convento dei Teatini. Il sistema delle OpenLibraries sarà dotato di materiale bibliografico nuovo, selezionato tra le novità editoriali, che sarà possibile prendere in prestito e consultare, proprio come in una biblioteca tradizionale. I futuri utenti avranno una tessera del sistema delle OpenLibraries che consentirà gratuitamente la fruizione di tutti i servizi di animazione e promozione della lettura che saranno svolti durante l'esecuzione del progetto.

Il progetto delle "OpenLibraries: biblioteche "aperte all'aperto" " è stato ideato dalla cooperativa IMAGO di Lecce, che a partire dal 1995 fornisce servizi professionali, specialistici e innovativi in relazione ad interventi di valorizzazione, fruizione e gestione di strutture culturali, semplici e complesse, per lo più in biblioteche, musei, sistemi culturali territoriali dell'intero territorio.