Parco Trax Road

Zona 167.  E' stato aperto al pubblico lo scorso mese di giugno.

Il Parco Trax Road, inserito nel progetto Trax – Road, con il quale si è voluto stabilire un nuovo equilibrio in un’area urbana la cui marginalità è stata esclusivamente determinata dalla “tipicità” dello Strumenti Urbanistico che ha regolato l’Edilizia Residenziale Pubblica. Obiettivo del progetto (TRAX ROAD) è riqualificare l’area valorizzandone il ruolo di cerniera di connessione tra le due zone 167, attraverso una serie di interventi che prevedano la soppressione totale o parziale dell’attuale asse viario a scorrimento veloce e la collocazione di attività ricreativo-sportive, svago e per il tempo libero con particolare attenzione ai giovani. L’attività di riqualificazione parte dalla constatazione di un attuale stato di degrado che rende l’area di recupero emarginata dal contesto sociale.

Il progetto parte da una riconversione dell’asse viario di scorrimento veloce nel tratto compreso tra Via del Mare e lo svincolo in prossimità dello Stadio. Ridimensionando tale infrastruttura e assimilandola ad una viabilità di quartiere si vuole ricondurre la direttrice storica verso il mare.

La realizzazione di un Parco Urbano quale funzione Urbana di scambio fra i quartieri di Edilizia Residenziale Pubblica è altro elemento caratterizzante del progetto che potrà avere successo ove le attività di svago coinvolgeranno anche fruitori esterni ai due quartieri in quanto l’interesse all’utilizzo eccede i limiti di quartiere soddisfacendo aspettative dell’intera comunità cittadina. La connotazione progettuale dell’intervento non è quella del nucleo elementare di verde o del parco di quartiere, ma quella di un parco che al suo interno contiene servizi ed attrezzature utili all’intera città e fruibili da tutti i residenti.

L’intervento comprende si estende per circa 750 ml. per un’area di circa mq.20.000,00 a verde attrezzato.
Il progetto del Parco Urbano prevede che al suo interno esso contenga servizi ed attrezzature utili all’intera città e da estrapolare dal quadro esigenziale espresso dall’intera comunità cittadina:
area anfiteatro coperto da una tensostruttura;
vasca d’acqua collegata ad un canale previsto in adiacenza ai percorsi pedonali e cicloturistici;
giardino tematico;
area giochi;
punto di ristoro con bar-servizi.

Determinante in tal senso quindi diviene la realizzazione di attrezzature per l’aggregazione, per il tempo libero, per lo sport e per l’attività fisica fortemente specializzate.

Lo spazio diviene parco, il parco appartiene alla città, gli utenti non sono più i residenti del quartiere, ma si identificano per i loro interessi e per le loro attività. Il contenuto progettuale del parco quindi non ha più caratteristiche definite ed univoche in quanto correlato all’area di sedime dell’intervento, ma diviene un glossario alla cui formazione hanno contribuito le porzioni della comunità cittadina consultate ed interessate al processo di rigenerazione.

Le attività sportive – direzionali da svolgersi dovranno connotarsi anche in funzione di un immagine complessiva del quartiere e quindi ricercando all’interno dell’area le porzioni di terreno sensibili alla trasformazione e quindi da proporre come nuove, se pur limitate, quinte urbane.

 

Parco Trax Road  Lecce