Convento dei Teatini

ll Convento dei Teatini, sorto sul finire del '500 insieme all’attigua Chiesa dei Teatini conosciuta come Sant’Irene (compatrona della città la cui immagine compare nella statua settecentesca della facciata), fu progettato dal padre Francesco Grimaldi.

Sede per diversi secoli dei Padri Teatini, con la soppressione degli ordini religiosi la chiesa e il monastero furono ceduti al Comune di Lecce che si preoccupò di conservare l'apertura al culto della Chiesa affidandola a due padri teatini leccesi.

Il monastero venne adibito dapprima a caserma, poi come scuola ed infine ospitò alcuni uffici municipali. Attualmente, dopo un accurato restauro, è stato utilizzato come contenitore per mostre e fiere.

Attualmente è in corso una forte azione di programmazione, valorizzazione e fruizione di questo straordinario contenitore culturale della Città di Lecce.

Chiostro del convento dei Teatini, Lecce